Frontalieri – La vigorosa progressione dei “nuovi” frontalieri in Ticino (2013)

Il recente approfondimento (pubblicato a maggio 2013) analizza il fenomeno nel Cantone Ticino.

I frontalieri sono sempre stati al centro del dibattito in Ticino, sia per il ruolo giocato a supporto dell’economia cantonale – quale importante forza lavoro a volte fondamentale per l’esistenza e lo sviluppo di alcuni comparti economici (come ad esempio l’industria o le costruzioni) – che per i potenziali rischi e timori a essi associati (pressioni salariali e sostituzione di manodopera indigena). Dibattito che si è viepiù accentuato in virtù della loro vertiginosa progressione – in tredici anni sono più che raddoppiati superando le 55.000 unità – concretizzatasi anche in una fase congiunturale poco favorevole e in tutti gli ambiti del tessuto economico cantonale (non solo in quelli a loro tradizionalmente associati). Questo contributo intende fornire una descrizione dei “nuovi” frontalieri che approdano in Ticino – chi sono e in quali ambiti sono impiegati – contestualizzandone l’evoluzione rispetto alla struttura e alla dinamica del mercato del lavoro in cui trovano occupazione.

pdf Dati_progressione_frontalieri_ticino – 665 KB

Vai alla sezione dedicata a indagini, studi e ricerche sull'economia provinciale.

Cliccando su "Accetta" si presta il consenso all'utilizzo di cookie di terze parti sulla base della Direttiva 2009/136/CE e del nuovo regolamento sulla privacy GDPR UE 2016/679. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi