Imprese e professioni culturali e creative – Excelsior 2023

Nel 2023 l’industria culturale e creativa italiana continua a progredire e ad esprimere una domanda di lavoro in aumento (+8,8% rispetto al 2022), con circa 302 mila entrate programmate nel corso dell’anno. I diversi settori che compongono il comparto, tuttavia, seguono ritmi di crescita diversi, con i cluster delle Performing arts e intrattenimento e del Patrimonio storico-artistico a trainare lo sviluppo.
Tra le professioni maggiormente ricercate dalle imprese culturali e creative, spiccano: registi, direttori artistici, attori, sceneggiatori e scenografi (16.780 richieste); operatori di apparecchi per la ripresa e la produzione audio-video (15.180) e tecnici esperti in applicazioni audio, video, gaming sempre nel settore grafico-pubblicitario (12.200).

Il report di Unioncamere sulle imprese e professioni culturali e creative presenta anche dati a livello provinciale.
Per Varese, nel 2023, la richiesta delle imprese culturali e creative del territorio è stata di 3.070 lavoratori, ovvero il 4,7% del totale delle entrate previste.  Nel 34% dei casi era richiesto un titolo di studio universitario e una quota pari al 46% indicava una preferenza verso giovani fino ai 29 anni; il 49% delle professioni richieste dal settore è risultata di difficile reperimento.

Pubblicato 27 maggio 2024.

 Professioni_culturali_creative_2023 – 4.2016 KB

 Professioni_culturali_creative_2022 – 4.037 KB

 

 

Visualizza tutte le analisi in evidenza
Visualizza tutte le analisi in evidenza
Visualizza tutte le analisi in evidenza
Visualizza tutte le analisi in evidenza