Note:
La serie storica riferita agli anni 2014-2015-2016 è stata rettificata, pertanto i valori pubblicati potrebbero presentare lievi differenze rispetto a quelli diffusi precedentemente.

Pubblicato il: 5 gennaio 2018
Prossimo aggiornamento: settembre 2018
Fonti: PoliS-Lombardia e ISTAT
Elaborazioni: Osservatorio Flussi Turistici Provincia di Varese

Arrivi: il termine indica il numero di clienti italiani o il numero di clienti stranieri, ospitati negli esercizi ricettivi (alberghieri o complementari) nel periodo di riferimento.

Esercizi alberghieri: tale categoria comprende gli alberghi da una a cinque stelle, i villaggi albergo, le residenze turistico-alberghiere, le pensioni, i residence, i motel, le residenze d’epoca, gli alberghi meublé o garnì, le dimore storiche, i centri benessere (beauty farm) e tutte le altre tipologie di alloggio che in base alle normative regionali sono equiparabili agli alberghi.

Esercizi complementari: tale categoria comprende gli alloggi in affitto gestiti in forma imprenditoriale, i campeggi e i villaggi turistici, gli alloggi agrituristici, gli ostelli per la gioventù, le case per ferie, i rifugi alpini e gli “altri esercizi” ricettivi non altrove classificati.

Residenze turistico-alberghiere: sono definiti in questo modo gli esercizi alberghieri, aperti al pubblico, a gestione unitaria, che forniscono alloggio e servizi accessori (pulizia, cambio biancheria, manutenzione…) in unità abitative arredate, costituite da uno o più locali, dotate di servizio autonomo di cucina. La classificazione delle residenze turistico-alberghiere con quattro, tre e due stelle è soggetta alle stesse norme regionali che regolano il settore alberghiero.

Presenze: è il numero delle notti trascorse dai clienti negli esercizi ricettivi (alberghieri o complementari).

Lettura indicatori statistici

Densità di ricettività: indica, nel periodo considerato, il rapporto tra il numero totale di posti letto la superficie in kmq del territorio di riferimento.

Densità di turisticità: indica il numero di turisti presenti per kmq in un territorio e in un periodo determinato. Si ottiene dividendo il numero delle notti trascorse dai turisti (presenze) negli esercizi ricettivi (alberghieri o complementari) per la superficie in Kmq.

Performance alberghiera: indica la prestazione di 19 alberghi presenti sul territorio provinciale nel periodo considerato. La performance è rilevata in base ai dati economici raccolti, elaborati con i seguenti indicatori: tasso percentuale di occupazione camere, prezzo medio per camera venduta, redditività media delle camere disponibili.

Permanenza media: è il rapporto tra le presenze (numero di notti trascorse dai turisti nelle strutture ricettive del territorio, nel periodo di riferimento) e gli arrivi (numero di clienti arrivati nelle strutture ricettive del territorio, nel periodo di riferimento).

Peso percentuale: indica l’incidenza percentuale di una categoria sul totale nell’arco temporale di riferimento (es.: peso percentuale degli arrivi in provincia di Varese sul totale degli arrivi in Lombardia).

Prezzo medio per camera venduta: è il ricavo complessivo diviso il numero delle camere vendute nel territorio e nel periodo considerato.

Redditività media delle camere disponibili: indica il rapporto tra il ricavo complessivo e il numero delle camere disponibili nel territorio e nel periodo considerato.

Tasso di occupazione camere: indica la percentuale delle stanze occupate nel territorio e nel periodo considerato. È il rapporto tra il numero delle camere vendute e il numero delle camere disponibili per cento.

Tasso di ricettività: indica il numero di posti letto ogni 100.000 abitanti nel territorio considerato e nel periodo di riferimento. È il rapporto tra il numero totale di posti letto e i residenti, moltiplicato per 100.000.

Tasso di turisticità: indica il numero di turisti presenti ogni 100.000 abitanti nel territorio considerato e nel periodo di riferimento. È il rapporto tra il numero di notti trascorse dai turisti (presenze) negli esercizi ricettivi (alberghieri o complementari) e i residenti, moltiplicato per 100.000.

Tasso di variazione percentuale: indica l’incremento o il decremento percentuale di una grandezza nell’arco temporale di riferimento.

Osservatorio dell'economia varesina

Osservatorio dell'economia varesina

Cliccando su "Accetta" si presta il consenso all'utilizzo di cookie di terze parti sulla base della Direttiva 2009/136/CE e del nuovo regolamento sulla privacy GDPR UE 2016/679. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi